الرئيسية / غير مصنف / “Testa bassa e pedalare la strada lunga”

“Testa bassa e pedalare la strada lunga”

Roma ormai un ricordo. Osmany Juantorena, una delle stelle pi radiose della Nazionale italiana, gi focalizzato con tutto il gruppo sulle prossime uscite a Firenze la prima gioved alle 21.15 contro il Belgio. Ma la cornice di pubblico del Foro Italico, il saluto a fine gara del presidente della Repubblica Mattarella e l’entusiasmo percepito per tutto il match vinto contro il Giappone ancora viva nei ricordi del campione di Santiago de Cuba. “Nel primo set ero troppo emozionato. Non capivo cosa mi stava succedendo. Poi strada facendo mi sono concentrato e ho iniziato a capire di pi. Ringrazio Roma perch stata una partenza bellissima. Una sensazione unica, sono fortunato, l’ho sentito sulla mia pelle, le cose belle di inaugurare un Mondiale con il nostro Presidente e tutto il pubblico che ti spinge. Un domani potr raccontarlo ai miei figli”.

Osmany Juantorena 32 anni

Osmany Juantorena 32 anni tornato in azzurro in questa stagione

In cosa deve e pu crescere questa gara rispetto al match con il Giappone?
“Chiedo di provare a iniziare le partite con pi tranquillit, nella gestione individuale della battuta. L’inizio di gara fino adesso non stato positivo e sono convinto che la squadra migliorer strada facendo. Abbiamo fatto meno amichevoli degli anni precedenti per cui sono queste le partite che ci faranno migliorare. Contro il Belgio mi aspetto una partenza migliore perch non possiamo pensare di partire sempre cos a rilento e recuperare poi”.
Italia-Belgio anche la sfida all’ex c.t. azzurro Andrea Anastasi.
“Ormai penso che tutti gli allenatori sono a un livello alto, al di l che sia italiano o di un’altra nazionalit. Anastasi bravo, conosce la pallavolo italiana e forse avr qualche vantaggio. Noi lo sappiamo e va bene, sar una bella gara combattuta. Sfrutteremo questi 2 giorni per studiarli bene”.
Dopo l’entusiasmo di Roma potere sfruttare 3 giorni di riposo-attivo per preparare i prossimi impegni.
“Tre giorni di riposo ci aiuta. Stiamo facendo del lavoro fisico per caricare le batterie in vista della fase calda del torneo perch poi non potremo pi farlo. La gara di Roma ci ha fatto capire che il Mondiale iniziato e non era un sogno. Siamo concentrati e consapevoli per confrontarci con una squadra di valore forse maggiore rispetto al Giappone”.
Nello spogliatoio che cosa vi dite rispetto al vostro Mondiale, alle vostre ambizioni?
“ troppo presto per fare previsioni. L’ambizione c’ ma per scaramanzia non dico niente. Pensiamo una partita alla volta, un passo alla volta. Bisogna affrontare le cose piano e strada facendo vedremo e capiremo cosa pu diventare il nostro Mondiale”.


Dal nostro inviato Davide Romani 

© riproduzione riservata


Source link

عن bader

شاهد أيضاً

Girona / Bono, a la espera de su renovación de contrato pic.twitter.com/s77RQEWktM

El guardameta marroquí Yassine Bono fue el héroe en la victoria de su equipo ante …

اترك تعليقاً

لن يتم نشر عنوان بريدك الإلكتروني. الحقول الإلزامية مشار إليها بـ *